RECENSIONE: "Legami di famiglia" di Agnes Moon

Titolo: Legami di famiglia
Autore: Agnes Moon
Serie: Legami di sangue #2
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporaneo, Paranormal
Pagine: 186
Trama: Cosa succede quando due uomini – convinti di non meritare più nulla dalla vita – iniziano a desiderare qualche cosa di più? 
Cacciato di casa dai facoltosi genitori, dopo aver confessato la propria omosessualità, Mal è finito in mezzo a una strada… e ha passato l’inferno. Grazie all’aiuto del suo amico Liam, ora ha una nuova vita, ma non è tutto oro quel che luccica. 
Bellissimo, vulnerabile e gravemente malato, Mal cerca di sopravvivere alla giornata, fino a quando nella sua vita non irrompe il misterioso Boris. 
Boris Koshelev è sopravvissuto all’assedio di Leningrado, solo per essere trasformato in vampiro contro la sua volontà. Lasciato per morto dal suo creatore, è stato salvato da Vincent de Saint-Bonnet al quale ha dedicato la sua cieca obbedienza. 
Quando conosce il dolce e indifeso Mal, il gelido russo comprende che le sue priorità sono cambiate: l’unica cosa che desidera è amare il suo coeur du sang e proteggerlo dal letale pericolo che incombe su di lui. 
Acquistabile QUI

Recensione
Avevamo conosciuto Mal e Boris nel precedente libro, "L'acrobata", come personaggi secondari e li ritroviamo in questo secondo capitolo come protagonisti.
Avendo appunto già avuto modo di conoscerli, sapevamo che Mal - migliore amico di Liam, il protagonista del primo volume, nonché motivo per cui lui accetta il lavoro che lo porterà nella magione e nella vita del Vampiro Vincent, diventato poi suo compagno - ha avuto un passato doloroso e molto difficile; ma qui si viene a conoscenza della reale portata di quel passato e si rimane molto scossi dalla cosa. Si entra subito in empatia con questo giovane ragazzo che ne ha dovute passare così tante nella sua giovane vita, scatenando una simpatia nel lettore inevitabile.
Di Boris invece sapevamo ben poco - molto federe al suo Master, stronzo non c'è male, intransigente e freddo -, ma qui lo conosciamo ben bene e non si può evitare di capire che dietro quella facciata fredda e scostante si nasconde molto altro. Certo, non sarà uno zuccherino, ma con le persone che ama riesce a dimostrarsi un vero marshmallow di tenerezza! 
L'incontro tra i due è avvenuto alla fine del primo libro, quando Liam chiede a Boris di portare Mal all'ospedale. Il ragazzo è infatti afflitto da tempo da una tosse molto forte, e Liam è tremendamente preoccupato per lui.
Questo secondo capitolo si apre subito dopo il ricovero in ospedale di Mal. Il ragazzo è uscito, adesso vive da solo in un appartamento pagato da Liam (che vive con Vincent) e si sta lentamente riprendendo. Mal vuole riprendere in mano la sua vita, ma Boris non è sempre della stessa opinione, volendosi prendere cura di lui a più riprese.
Alternandoci tra situazioni tumultuose e momenti di incredibile dolcezza, vedremo la nascita del loro amore e del fatto che nessuno dei due riesce a smettere di pensare all'altro. 
Però né Mal né Boris pensano di meritare l'amore, quindi avremmo da sudare parecchio; ma alla fine riusciranno anche loro ad avere il loro lieto fine! 
Tra situazioni spericolate, sofferenze varie e battute esilaranti di Liam che non si smentisce mai, questo secondo capitolo è valido tanto quanto quello che l'ha preceduto.
Menzione d'onore alle scene hot mooolto calde ma mai volgari, al Vampiro Andrew che rende frizzanti e allegre le scene in cui compare e soprattutto l'evoluzione di Boris, che non viene né cambiato né snaturato, ma subisce un'evoluzione e un maturamento che ho apprezzato davvero tanto.
A presto con la recensione del terzo volume! 

Commenti