RECENSIONE: "L'amore non è mai una cosa semplice" di Anna Premoli

Titolo: L'amore non è mai una cosa semplice
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton Editore
Genere: Contemporaneo, Scolastico
Pagine: 320
Trama: E se per ottenere un buon voto all’università dovessi fare amicizia con qualcuno che proprio non ti piace? Lavinia pensava che nella vita avrebbe insegnato e invece, dopo la maturità, si è lasciata convincere dai genitori a iscriversi a Economia. È ormai al suo quinto anno alla Bocconi, quando si trova coinvolta in un insolito progetto: uno scambio con degli ingegneri informatici del Politecnico. Lo scopo? Creare una squadra con uno studente mai visto prima, proprio come potrebbe capitare in un ambiente di lavoro. Peccato che Lavinia non abbia alcun interesse per il progetto. E che, per sua sfortuna, si trovi a far coppia con un certo Sebastiano, ancor meno intenzionato di lei a partecipare all’iniziativa. E così, quando la fase operativa ha inizio e le sue amiche cominciano a lavorare in tandem, Lavinia è sola. Ma come si permette quel tipo assurdo – a detta di tutti un fuoriclasse dell’informatica – di piantarla in asso, per giunta senza spiegazioni? Lavinia non ha scelta: non lo sopporta proprio, ma se vuole ottenere i suoi crediti all’esame, dovrà inventarsi un modo per convincerlo a collaborare… Ma quale? 
Una nuova commedia romantica dalla regina del romanzo femminile italiano.
Acquistabile QUI

Recensione
Ho appena finito di leggere questo libro e provo quella sensazione dolce-amara di quando si finisce qualcosa che ci è rimasto dentro e di cui sentiremo una folle mancanza. Sembra incredibile persino a me, perché non mi succedeva davvero da un'infinità di tempo; e benché Anna Premoli sia da sempre una sorta di garanzia a riguardo del romance italiano, questa volta non ho alcun dubbio nel dire che ha decisamente superato se stessa. Seb e Lav sono così ben caratterizzati, così diversi, così VERI, che ne sentirò la mancanza come la si sente di vecchi amici andati lontano. Perché questi due non solo mi hanno insegnato cos'è la tenacia, ma anche che bisogna guardare oltre le apparenze, sempre, per capire davvero chi si ha davanti; che non bisogna farsi trascinare dai pregiudizi perché persino la persona meno probabile potrebbe essere quella che ti cambierà la vita per sempre. Perché come dice giustamente Lavinia in una pagina del libro: 


Ora lo so: le cose più difficili sono le uniche per cui vale la pena lottare davvero. Sempre. 

Spero con tutto il cuore che la Premoli abbia voglia di scrivere un libro dal punto di vista di Sebastiano, per farci entrare nella testa del nerd più dolce e strafottente che io abbia mai conosciuto. Io ci spero, anche se non so se sarà possibile; ma com'è che si dice? La speranza è l'ultima a morire! Perciò grazie Anna per questa meraviglia di libro, per Seb e Lav e per la loro dolce e intensa storia d'amore. Mi hai scaldato il cuore.


La gente racconta spesso di non sapere dire con certezza se una certa persona è quella giusta, ma la verità è che se ti capita di entrare in sintonia con quel particolare essere umano, spesso sulla carta tutt'altro che perfetto per te, non puoi non saperlo. E' lui e basta. Game over. Buona ricerca agli altri, a me non interessa più giocare.

Menzione d'onore alle stupende magliette di Seb, una più esilarante dell'altra.

Commenti